Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Rimpatrio Salme e Ceneri in Italia

Il richiedente, o un suo delegato, dovrà presentarsi, previo appuntamento, all’Ufficio Notarile per effettuare le pratiche relative alla traslazione ceneri/salma in Italia.

Documentazione

  • due atti di morte in originale, di cui uno munito di “Apostille de La Haya” apposta dal Ministerio de Relaciones Exteriores o dal Colegio de Escribanos, entrambi con relativa traduzione in italiano (qualora fosse necessario reperire un traduttore si prega di consultare la seguente pagina: www.traductores.org.ar) + una fotocopia;
  • autorizzazione alla tumulazione della salma/ceneri rilasciata dal competente Comune;
  • (in caso di ceneri) certificato di cremazione (senza traduzione);
  • (in caso di salma) certificato medico (senza traduzione) dove venga indicato che il decesso non è avvenuto a causa di malattia infetto-contagiosa.
    La firma del medico dovrà essere legalizzata dal “Ministerio de Salud”.
    In caso di recente decesso (24/48 ore) si richiede altresì il “Certificado de Tanatopraxia” predisposto dalla ditta di pompe funebri dove venga indicato che il corpo è stato trattato secondo le norme internazionali attualmente vigenti.
    Trascorse le 48 ore dal decesso il certificato rilasciato dal medico dovrà indicare, altresì, che la salma è stata sottoposta a trattamento antiputrefattivo mediante introduzione nelle cavità corporee di almeno 500 cc. di formalina, dopo che sia trascorso l’eventuale periodo di osservazione;
  • indicare compagnia aerea, volo, data di arrivo in Italia e valico di frontiera.

*L’Ufficio di competenza comunicherà le istruzioni per la consegna delle ceneri/salme.

Una volta presentata la documentazione di cui sopra, il Consolato provvede a richiedere al Comune il nulla osta all’ingresso delle ceneri/salma.  Dopodiché, si provvederà all’apposizione dei relativi sigilli e alla consegna del passaporto mortuario con allegato atto di morte legalizzato.

 

Ulteriori informazioni