Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Assenso

COME SI MANIFESTA L’ASSENSO AL RILASCIO DEL PASSAPORTO

La legge italiana richiede l’assenso di entrambi i genitori nel caso in cui il passaporto sia richiesto per il minore.

L’assenso può essere manifestato in una delle seguenti forme:

  • personalmente presso questo Consolato Generale il giorno dell’appuntamento di ritiro passaporto (si ricorda che chi dà l’assenso deve essere munito di un documento valido di identità, in originale e fotocopia semplice);
  • personalmente presso un qualsiasi Ufficio della Pubblica Amministrazione Italiana (abilitato ad autenticare firme: es. Questura o altri rappresentanze diplomatico-consolari);
  • con una procura (“poder”) effettuata da un notaio argentino, con successiva apposizione dell’Apostille e traduzione in italiano.

I cittadini dell’Unione Europea possono manifestare l’assenso compilando e firmando l’apposito modulo e allegando copia di un documento rilasciato da un  Paese dell’Unione Europea ove appaia la firma del dichiarante.

In caso di decesso di uno dei genitori, è necessario presentare l’atto di morte dello stesso.

 

Che fare in caso di rifiuto dell’assenso

Le ragioni che possono essere addotte per negare l’assenso sono quelle legate al mancato rispetto degli obblighi alimentari e di mantenimento dei minori.
In assenza dell’assenso dell’altro genitore, il Console Generale – nella sua veste di Giudice Tutelare dei minori residenti nella sua Circoscrizione Consolare – dopo aver effettuato una serie di accertamenti, potrà valutare se autorizzare, con apposito Decreto Consolare, il rilascio del Passaporto del minore. A tal fine, il genitore consenziente dovrà presentare una lettera sottoscritta (all’indirizzo passaporti.buenosaires@esteri.it) nella quale illustri i motivi per i quali l’altro genitore, del quale dovrà fornire indirizzo completo ed eventuali numeri telefonici, rifiuta di firmare l’atto di assenso.