Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

MARATANA: CONFERENZA STAMPA DI LANCIO

Il Consolato Generale d’Italia a Buenos Aires ha il piacere di annunciare il lancio della prima corsa italiana in Argentina, la MaraTANA.

Questo evento unico è un’occasione per rafforzare i legami tra le comunità italiana e argentina con la prospettiva di diventare un appuntamento fisso all’interno delle proposte di promozione dell’Italia del Consolato Generale, riunendo attività fisica, cultura italiana e unione sociale.

“RiperCORRI la tua cultura con la prima MaraTANA” è il motto della manifestazione: la corsa deve essere intesa come elemento di identificazione e riconoscimento collettivo e rappresenta il connubio perfetto tra cultura e identità. La MaraTANA si svolgerà domenica 14 maggio 2023, tra Vicente López e la città di Buenos Aires, con un orario di inizio tra le 7:30 e le 8:00. I corridori possono scegliere tra percorsi di 3, 10 o 21 chilometri e potranno usufruire di stand, food truck italiani, musica e attività ricreative al termine della competizione.

L’evento ha anche uno scopo benefico, poiché parte del ricavato andrà alla Comunità di Sant’Egidio, per realizzare delle opere di promozione sociale presso la Casa de la Amistad, un centro comunitario polivalente.

Sono previsti sconti del 20% per i possessori di passaporto italiano e del 10% per chi appartiene ad un ente italiano o ad un gruppo di corridori. Per registrarsi alla MaraTANA, gli interessati potranno iscriversi attraverso il sito web www.maratana.com.ar.

Tutti i partecipanti avranno la possibilità di partecipare all’estrazione di un biglietto aereo per l’Italia per ogni distanza: 3, 10 e 21 km. La conferenza stampa di presentazione del MaraTANA si è tenuta venerdì 31 marzo alle ore 15:00 al secondo piano del Consolato Generale d’Italia a Buenos Aires, alla presenza di Autorità e istituzioni sportive – italiane e argentine – e più di 60 tra giornalisti sportivi e rappresentanti dei gruppi di corridori.